Current Targets in Obsessive-Compulsive Patients

    2479
    Francesco Mancini, Claudia Perdighe, Francesca Micaela Serrani: Current Targets in Obsessive-Compulsive Patients. In: Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale, vol. 15, no. 3, pp. 353-363, 2009.

    Abstract

    Scopo del presente articolo è fornire un contributo alla definizione degli scopi che effettivamente regolano l’attività ossessiva. A tal fine verranno presentati i dati emersi da una prima indagine clinica finalizzata a identificare gli obiettivi perseguiti con i comportamenti ossessivi da un gruppo di pazienti giunto alla nostra osservazione. Per ciascun paziente, al fine di identificarne le principali ossessioni e compulsioni, tre psicoterapeuti cognitivi hanno compilato uno schema diviso in 5 parti. Successivamente, a 18 giudici indipendenti, tutti psicologi e all’oscuro delle finalità dello studio, è stato chiesto di classificare la parte relativa alla prima valutazione dello schema secondo 4 categorie scelte sulla base della letteratura: Timore di colpa, Timore del giudizio altrui, Timore di contaminazione da sostanze disgustose, Timore di un danno ma senza colpa.
    I risultati suggeriscono che l’attività ossessiva dei pazienti fosse finalizzata, principalmente, a due scopi: prevenire una colpa e la contaminazione da parte di sostanze disgustose.

    BibTeX (Download)

    @article{Mancini2009bb,
    title = {Current Targets in Obsessive-Compulsive Patients},
    author = {Francesco Mancini and Claudia Perdighe and Francesca Micaela Serrani},
    editor = {Edizioni Erickson},
    url = {https://apc.it/wp-content/uploads/2017/11/2009-Mancini-et-al-Current-target-in-OCD-1.pdf},
    year  = {2009},
    date = {2009-01-01},
    journal = {Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale},
    volume = {15},
    number = {3},
    pages = {353-363},
    abstract = {Scopo del presente articolo è fornire un contributo alla definizione degli scopi che effettivamente regolano l’attività ossessiva. A tal fine verranno presentati i dati emersi da una prima indagine clinica finalizzata a identificare gli obiettivi perseguiti con i comportamenti ossessivi da un gruppo di pazienti giunto alla nostra osservazione. Per ciascun paziente, al fine di identificarne le principali ossessioni e compulsioni, tre psicoterapeuti cognitivi hanno compilato uno schema diviso in 5 parti. Successivamente, a 18 giudici indipendenti, tutti psicologi e all’oscuro delle finalità dello studio, è stato chiesto di classificare la parte relativa alla prima valutazione dello schema secondo 4 categorie scelte sulla base della letteratura: Timore di colpa, Timore del giudizio altrui, Timore di contaminazione da sostanze disgustose, Timore di un danno ma senza colpa.
    I risultati suggeriscono che l’attività ossessiva dei pazienti fosse finalizzata, principalmente, a due scopi: prevenire una colpa e la contaminazione da parte di sostanze disgustose.},
    keywords = {colpa, contaminazione, Disturbo Ossessivo-Compulsivo, scopi, teorie di valutazione cognitiva},
    pubstate = {published},
    tppubtype = {article}
    }